Mi chiamo Gloriamaria Gorreri, 

Sono un Architetto. Lo dice  un qualche foglio di carta  segregato nella “scatola della burocrazia”, lo dicono anni di studi e sacrifici, notti in bianco, entusiasmi alternati e, a volte, lo dico pure io.

L’architettura mi ha dato tanto e mi ha insegnato che essere  architetto vuol dire essere anche  qualcos’altro, perchè non si è mai abbastanza.

Vuol dire riuscire a mettere se stessi in qualcosa che si ama e in cui si crede, Vuol dire capire che le idee non bastano.

Più che un architetto preferisco definirmi una traduttrice. Quello che mi rende felice, che non voglio smettere di imparare a fare è il  tradurre le idee in qualcosa, che sia architettura, che sia design, che sia poesia, che sia musica, che sia illustrazione, che sia un video, che sia una coreografia di tip tap, che sia la vita di tutti i giorni.

Glomarì