The twin gasometers:  nuovi incubatori dell'arte

Progetto di riuso, Salsomaggiore Terme (PR)

Questo piccolo progetto si inserisce all'interno di una più grande riflessione, conclusasi in una mostra intitolata (RI)PENSARE SALSOMAGGIORE, sulla città di Salsomaggiore Terme e sulle strategie possibili di riuso dei suoi affascinanti e ormai degradati spazi di archeologia industriale.

L'obiettivo di questo progetto è quello di ridare dignità a questi tesori silenziosi e dimenticati trasformandoli in contenitori e simboli di un nuovo slancio culturale, capace di smuovere le menti della gente, diffondendo nuovi valori e nuove visioni alternative di architettura.

La nuova struttura si inserisce all'interno dello scheletro pre esistente dei gasometri, lasciandolo del tutto intatto ed amplificandone il valore estetico da tempo sottovalutato.

L'intenzione è quella di recuperare e ricordare allegoricamente l'antico carattere produttivo dell'area attraverso la realizzazione di due grandi spazi ( complementarmente organizzati sia da un punto di vista funzionale che concettuale) dedicati ad esposizioni, attività artigianali e musicali.

I gasometri non solo vengono recuperati in quanto spazi utili e funzionalmente organizzati, ma anche in qualità di strutture dal grande potenziale estetico e scultoreo : una sorta di skyline poetico ed evocativo, che porta i segni del passato, capace però di liberarsi dalle catene del tempo per proiettarsi verso il futuro.

"Il compito attuale dell'arte è di introdurre caos nell'ordine"

Theodor Adorno

Lo schema concettuale è paragonabile ad una matriosca: i volumi si inseriscono all'interno di altri creando filtri, giochi di luce, forme e trasparenze.

Il nuovo basamento ricalca la forma dell'originario, ma si articola in una serie ritmica di aperture semplici rese giocose dal colore blu che conferisce un tocco di sana ironia al tutto.

La parziale neutralità di questo basamento vuole dare spazio alle strutture tralicciate caratteristica della tipologia dei gasometri, che assume un carattere scultoreo divenedo protagonista del progetto.

Internamente alla controventatura troviamo, andandoper ordine: un cilindro in lamiera stampata  traforato la cui superficie è ritmata da aperture circolari di diametro variabile che creano un gioco di luci e di corrispondenze con il volume successivo, anchesso cilindrico, costellato da aperture rettangolari apparentemente casuali.

Le altezze dei piani utili inseriti all'interno della struttura tralicciata differiscono tra loro creando dinamismo e suggerendo una effettiva diversità du uso tra i due gasometri "gemelli", che si organizzano internamente in modo complementare e versatile.

Il gasometro di sinistra è destinato prevalentemente allo svago, si sviluppa su un minor numero di livelli e presenta al piano superiore uno spazio di ristoro ed una terrazza panoramica; il gasometro di destra è pensato per offrire spazi espositivi, punti vendita e laboratori artistici musicali  e artigianali;  uno spazio autogestito da artisti emergenti e non, dove potersi confrontare, collaborare e creare.

The twin gasometers

Progetto di riuso

Salsomagiore terme

Aprile 2013